Contributi a fondo perduto per la sicurezza sul lavoro - Bando ISI Inail 2015

Riassunto


Il contributo verrà concesso a fondo perduto, nella misura del 65% dell’investimento previsto con un limite massimo di contributo erogabile pari a  euro 130.000,00.

I fondi a disposizione sono 276.269.986,00 euro.

I beneficiari dell'agevolazione sono le imprese di tutti i settori comprese le ditte individuali.

Descrizione

Il bando prevede tre linee di intervento:

1.    Progetti di investimento:

  • ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro;
  • acquisto di macchine e/o dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinanti;
  • acquisto e installazione permanente di ancoraggi;
  • installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici;

2.    Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale:

  • adozione di sistemi di gestione della sicurezza sul lavoro (SGSL);
  • adozione di un modello organizzativo e/o gestionale conforme all’Art 30 del D.lgs. 81/08;
  • rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente;
  • adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000.

3.   Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto: unicamente quelli relativi alla rimozione con successivo trasporto e smaltimento in discarica autorizzata. Per amianto si intendono i seguenti silicati fibrosi di cui all'articolo 247 del D.lgs. 81/2008:

a)       actinolite d’amianto, n. CAS 77536-66-4;

b)       grunerite d’amianto (amosite), n. CAS 12172-73-5;

c)       antofillite d’amianto, n. CAS 77536-67-5;

d)       crisotilo, n. CAS 12001-29-5;

e)       crocidolite, n. CAS 12001-28-4;

f)        tremolite d’amianto, n. CAS 77536-68-6.

Le imprese possono presentare un solo progetto riguardante una sola unità produttiva e una sola tipologia tra quelle sopra indicate.

Per i progetti di tipologia 1 e 3 sono ammesse le spese tecniche (perizia giurata, progetti ed elaborati a firma di tecnici abilitati, certificati di prove, verifiche e collaudo ecc.).

Per i progetti di tipologia 2 l’intervento richiesto può riguardare tutti i lavoratori facenti capo ad un unico datore di lavoro, anche se operanti in più sedi o più regioni.

Sono ammesse le spese riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data del 05/05/2016.

Le domande potranno essere presnetate dal 1 marzo 2016 e fino al 5 maggio 2015.

Dettagli

Riferimento di legge

Dlgs. 81/08

Scadenza legge

05/05/2016

Documenti allegati (devi essere registrato per vederli):

Inail 2015_2016.zip

Richiedi informazioni

(Disponibili 600 caratteri)